Per la Soa Hp opta per Oracle

Aziende

Siglata una partnership con l’obiettivo di aiutare le aziende ad allineare risorse e investimenti It con le strategie di business

Prosegue la collaborazione tra Hp e Oracle. L’oggetto della nuova partnership riguarda l’integrazione di Oracle Fusion Middleware all’interno del portafoglio Soa (Service Oriented Architecture) di Hp, in particolare con la suite di software management Openview. In questo modo Hp intende sviluppare servizi di business basati sulla Soa, che permettano ai clienti di automatizzare i processi di business e integrare applicazioni e dati di provenienza e natura diverse. La Soa rappresenta una delle cinque aree su cui Hp sta investendo per creare un ambiente di calcolo dinamico. L’offerta Soa di Hp Services poggia su una metodologia per l’intero ciclo di vita, start-up di nuovi progetti privi di rischi, servizi di verifica concettuale e funzionalità per l’integrazione delle soluzioni, che consentiranno la commercializzazione di Oracle Fusione Middleware. Quest’ultima è un’ampia famiglia di prodotti che aiuta le aziende ad avere una maggiore agilità operativa, a prendere decisioni più ponderate perché basate su informazioni e a integrare dati e processi tra sistemi It differenti in modo più semplice. La partnership rappresenta un ulteriore passo avanti dell’iniziativa Optimize for Agility annunciata dalle due realtà nell’ottobre del 2005 con lo scopo di permettere ai team di sviluppo congiunto di estendere l’architettura di riferimento Oracle per il grid computing. Nell’ambito del nuovo accordo sono previste anche attività di go-to-market congiunte per progetti di trasformazione Soa dai clienti di tutto il mondo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore