Per l’India è già 4G

MobilityNetworkWlan

L’Umts costa troppo, sostiene il governo indiano. Meglio concentrare sforzi e investimenti verso la tecnologia 4G.

L’Umts è già vecchio? Per l’India sì, o meglio la tecnologia 3G non è riuscita a evolversi nel modo giusto e, soprattutto, sostiene il nuovo Ministro per la tecnologia e le comunicazione del governo indiano, costa troppo. Per questi motivi, il grande paese asiatico ha deciso di investire sulla tecnologia 4G, proponendosi al mondo come paese all’avanguardia nel settore delle comunicazioni. Grazie alle potenzialità che il mercato indiano offre e alle sue notevoli capacità tecniche, il paese intende creare un centro nazionale d’eccellenza specializzato per la nuova tecnologia. Inoltre, i rappresentanti del governo indiano intendono adottare, entro il 2006, il protocollo Internet IpV6 che, secondo le aspettative, dovrebbe garantire una maggiore espansione della Rete e maggiore stabilità, oltre a offrire migliori garanzie di sicurezza. L’India, quindi, si pone come centro di sviluppo all’avanguardia per le tecnologie della comunicazione; mentre l’Europa è per ora impegnata sul fronte della tecnologia 3G. Secondo stime fornite dalla società di analisi Gfk, nel mese di aprile in Europa sono stati venduti 225mila cellulari Umts, equivalenti al 2% del mercato della telefonia mobile. Entro fine anno, sostiene Gfk, si dovrebbe arrivare ad avere una percentuale pari al 10%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore