Per McAfee lo spam è una vera minaccia

CyberwarSicurezza

Il vendor di sicurezza ha condotto un esperimento su cinquanta cyber-cavie in trenta giorni di navigazione Web senza antispam. L’Italia è il terzo paese invaso dallo spam

Cinquanta cyber-cavie, in dieci paesi (Italia compresa), hanno provato per trenta giorni a navigare sul Web senza anti spam e sistemi di sicurezza. Risultato dell’esperimento di McAfee: 104mila messaggi indesiderati con una media di 2.096 messaggi a testa, pari a 70 messaggi al giorno.

Lo S.P.A.M. (Spammed Persistently All Month) Experimen t di McAfee ha analizzato il fenomeno delle j unk email o email spazzatura, in modo approfondito e dettagliato. Da queste ricerca di Mcafee emerge che lo spamming non è solo un fastidio, ma una vera minaccia.

Degli oltre centomila messaggi dell’e-mail spazzatura, una buona parte era phishing ovvero truffe che cercano di dirottare gli utenti su siti fasulli, per carpirne le informazioni sensibili (dati personali, password, carte di credito eccetera).

Lo spam è multilinguistico e sfrutta il social engineering, evolvendo con i fenomeni culturali di attualità.

Molti partecipanti hanno notato un rallentamento dei propri computer, a significare che mentre navigavano, a loro insaputa, i siti web stavano installando malware“, ha affermato Jeff Green, senior vice president di McAfee Avert Labs.

Francia e Germania sono ai primi posti per il maggior numero di email in lingua locale con l’11% e il 14% rispettivamente.

Gli Stati Uniti sono in pole position con 23.233 messaggi di spam, seguiti dal Brasile a quota 15.856 e dall’Italia con 15610 junk email. Nella top ten, il Messico si pizza quarto, poi seguono Regno Unito, Australia, Olanda, Spagna, Francia e Germania.

I dieci temi più sfruttati dallo spam sono: la finanza, la pubblicità, la salute e medicina, contenuti per adulti, le offerte gratuite, carte di credito, istruzione, guadagni facili, informatica e truffe ‘nigeriane‘.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore