Per Sirmi il 2010 è stato l’anno di netbook e tablet

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace

Sirmi fotografa il mercato delle tecnologie digitali nel 2010. I Tablet hanno registrato un fatturato passato da 12,4 a 196,9 milioni di euro

Sirmi ha archiviato il quarto trimestre e tutto il 2010 del mercato della Digital Technology, delineando un mercato ancora con segno negativo, ma in lenta ripresa, TLC in tenuta e Consumer Electronics in calo del -3,6%.
Pesa sul Mercato digitale l’andamento critico dell’economia e della finanza e della riduzione della capacità di spesa di individui e famiglie. Ma il mercato è anche effetto di altre dinamiche: maggiore o minore maturità di domanda e offerta, dal livello di competizione, dalla durata del ciclo di vita dei prodotti, dalla diffusione e dal livello di utilizzo di prodotti e servizi.

Tutti i segmenti del Mercato Hardware, fatta eccezione per i PC Client, registrano anche a livello medio annuo un andamento negativo.
La domanda di PC Intel/AMD in termini di Spesa End User è tornata a crescere nel secondo e tresto, per poi registrare un boom del 13,3% nel quarto trimestre. Come risultato, a fine 2010, la spesa è aumentata dell’8,1%. Il mercato Software, dopo aver registrato risultati positivi nei primi tre trimestri del 2010, nell’ultimo trimestre torna in flessione (-5,4%), determinando una chiusura a fine anno sostanzialmente flat (-0,9%) .
Nel quarto trimestre 2010 segno meno nei Servizi, sia nella componente Servizi di Sviluppo (-6,5%), sia nella componente Servizi di gestione (-4,4%).
Nel 2010, per quanto riguarda i PC Consumer si osserva il calo delle vendite dei desktop a favore di Notebook, Netbook e Tablet, mentre lato business si rileva un aumento delle vendite di desktop e di Netbook ed il calo delle vendite di Notebook.
I Desktop stanno diventando un prodotto quasi esclusivamente business, i Netbook si stanno insediando nel mondo consumer, mentre i Tablet si stanno affacciando solo ora sul mondo business.

I Tablet hanno messo a segno un fatturato,  passato da 12,4 milioni di euro a 196,9 milioni di euro, mentre le unità vendute, pari a 20.550 a fine 2009, sono cresciute nel corso dell’anno fino a quota 423.900.
Le caratteristiche dei Tablet di nuova generazione ha permesso l’ingresso sul questo mercato di nuovi Player, come Apple e Samsung, ai quali se ne stanno aggiungendo altri, come Motorola ed HTC, tutti accomunati dal lancio di Tablet con cuore Android, con un’interfaccia molto simile a quella degli smartphone, con i quali condividono anche il sistema operativo.
I nuovi Tablet sono dei dispositivi che per il momento si rivolgono prevalentemente al mondo consumer; le attività più comuni per i nuovi Tablet sono infatti per il momento la navigazione internet, la lettura di e-mail, la fruizione di video e la lettura di libri. Non mancano tuttavia le proposte per il mondo business: per uso professionale sono in arrivo le proposte di RIM, HP e Cisco.
Per il 2011, su tutto il segmento della Digital Technology, si prevede complessivamente un andamento flat (crescita dello 0,2%), ancora con un leggero decremento dell’IT a favore delle Tlc.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore