Per Sirmi il terzo trimestre si chiude a +12%

PCWorkspace

Il rapporto trimestrale (agosto-settembre 2006) redatto dagli esperti di
Sirmi, e riferito al mercato italiano, mette in evidenza la crescita a +12,2% in
volume e +6,1% in valore. Corrono le vendite dei notebook e nel segmento
consumer.

Nel terzo trimestre dell’anno il mercato italiano dei computer registra una crescita del 12.2% a volume e del 6.1% a valore. I risultati sono stati rilevati da Sirmi, che sottolinea come il settore sia sostenuto soprattutto dai notebook e dalle vendite in ambito consumer. I portatili infatti nel periodo considerato hanno registrato un incremento del 25%, di cui il 28.4% con una configurazione consumer e il 21.7% professionale. A valore la crescita è stata rispettivamente del 24.2% e del 13.8% Le vendite dei desktop, pur se limitate, aumentano del 2.4%, di cui +4% nella fascia consumer e +1.7% in ambito professionale. A valore in questo caso, si è avuta una flessione del 4.3% per il segmento professionale e un modesto +0.3% per la fascia consumer. I Pc server aumentano dello 6.1% in unità e del 2.7% a valore. Per la fine dell’anno Sirmi stima una crescita del 12.1% a volume e del 7.2% a valore, con un fatturato a quota 3.62 miliardi di euro. La crescita dei notebook dovrebbe attestarsi sul 18.8% in unità e del 12.3% come fatturato; i computer fissi dovrebbero registrare un incremento, rispettivamente del +6.4% e dell’1.8%. Sirmi pone Hp al primo posto nella classifica dei produttori, con una quota di mercato del 28.7%, seguita da Acer con il 18.9%. Il segmento dei notebook è dominato da tre vendor, Hp, Acer e Toshiba che complessivamente hanno in mano poco più del 70% del mercato; il comparto dei Pc desktop vede Hp e Acer sempre ai primi posti, seguiti da Olidata. Assieme detengono il 52.6% del settore.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore