Per un pugno di dollari

CyberwarSicurezza

Cracker mercenari: oggi sarebbe il profitto a guidare molte azioni di hacking online e virus writer

Una volta l’hacking, anche più spericolato, serviva per guadagnare fama nella propria crew o nelle reti. Oggi, secondo Symantec, l’abilità con le Reti e le nuove tecnologie si sta trasformando in un’attività mercenaria, al servizio del miglior offerente: è un’accusa pesante, ma le attività di virus writer e cracker potrebbero essere svolte per puro profitto. Invece di worm di grande effetto, come Sasser, Symantec prevede un aumento dei worm e dei malware mirati: con attività, allegati, scritte ad hoc per certe organizzazioni da colpire. Anche un esperto di CipherTrust ha confermato che esiste già un mercato underground, con tariffe per scoprire nuovi bug in Windows (al prezzo di un migliaio di dollari): la falla infatti potrebbe essere utilizzata per effettuare hijacking e creare un computer zombie. I cracker online mirati magari non ottengono fama e notorietà sulle cronache dei giornali: però causano danni potenzialmente più gravi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore