Per Yahoo! profitti in calo a due cifre, titolo su

AziendeMarketingMercati e Finanza
Yahoo! pensa a come investire il tesoretto di Alibaba
0 0 Non ci sono commenti

Luci ed ombre su Yahoo!, man mano che si avvicina l’IPO di Alibaba. In crescita il display advertising, mentre il fatturato risulta il migliore dal 2010

Il titolo di Yahoo! è balzato del 9%, ma i guadagni nel primo trimestre sono crollati del 20%. Gli utili di Yahoo! a quota 312 milioni di dollari superano le aspettative, mentre il fatturato derivante dal display advertising, per la prima volta da tanto tempo, è aumentato del 2% a 409 milioni di dollari. Il marketing basato sulla ricerca online è salito del 9%. Purtroppo sono cresciute del 16% anche le spese del portale. Yahoo! archivia il primo trimestre registrando un fatturato da 1.1 miliardi di dollari, il migliore dal 2010.

Luci ed ombre su Yahoo!, man mano che si avvicina l'IPO di Alibaba
Luci ed ombre su Yahoo!, man mano che si avvicina l’IPO di Alibaba

Bloomberg osserva che il Ceo Marissa Mayer non potrà più fare affidamento sui conti di Alibaba: adesso è tempo di accelerare sulle vendite, camminando sulle proprie gambe, mentre Alibaba – prossima all’IPO – ha registrato un incremento del 66% nelle vendite e ha più che raddoppiato le entrate nette nell’ultimo trimestre del 2013.

La crescita del fatturato di Yahoo! ha totalizzato meno del 2%, mentre le vendite erano flat o in declino dall’ultimo trimestre del 2012. I profitti sono scesi da 390.3 a 311.6 milioni di dollari, in parte per costi di ristrutturazione. Gli utili sono a quota 38 centesimi di dollari per azione.

Dopo una stagione ricca di shopping, il Ceo Marissa Mayer ha siglato un accordo con il servizio di intelligenza artificiale Aviate, launcher di apps per il sistema operativo Android, per sfruttare il potenziale sul mobile. L’acquisizione di Aviate era stata annunciata al CES 2014: Aviate vuole semplificare l’utilizzo dello smartphone, proponendo di volta in volta le applicazioni più utili a seconda del luogo in cui ci si trova e dell’ora nell’arco della giornata.

Secondo eMarketer le acquisizioni di 30 aziende, da Sparq a Stamped, da Jybe a Summly, da Tumblr (pagata 1,1 miliardi di dollari) a Qwiki e da Aviate a Xobni e Vizify, sono state positive.

Mayer è fiduciosa: prevede una crescita del fatturato, ma soprattutto che il portale sia entrato in una nuova fase. “Ci siamo mossi oltre il nostro core business, in declino, a un punto di stabilità verso una modesta crescita“: il successo, seppur modesto del trimestre, viene visto dal Ceo Mayer come un punto di partenza. Yahoo! sta aggiungendo contenuti più professionali. Stando ad indiscrezioni uscite sul Wall Street Journal, Yahoo! avrebbe l’intenzione di mettere a punto un catalogo di contenuti video in grado di incrementare il numero di visitatori del sito. L’obiettivo di Marissa Mayer consiste nel mettere un freno alla supremazia di YouTube di Google, il sito di video condivisione, acquisito nel 2006 da Google per 1,65 miliardi di dollari, ora diventato il terzo sito per traffico al mondo.

Ieri il titolo di Yahoo! è salito di quasi il 10%, ma è giù del 15% dall’inizio dell’anno. Yahoo venderà circa il 40% delle sue azioni in Alibaba quando il portale d’e-commerce cinese sbarcherà in Borsa, nell’attesa IPO valutata fra 160 e 180 miliardi di dollari. Yahoo! conta 430 millioni di utenti da dispositivi Mobili: è mobile più metà dell’audience del portale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore