Perdite per Seagate, causa ristrutturazione

Aziende

Ultimo trimestre fiscale difficile per Seagate che vede fatturato in calo e perdite nette per 33 milioni di dollari.

Chiusura negativa per Seagate che nel quarto trimestre fiscale registra un fatturato pari a 1.34 miliardi di dollari con una perdita netta di 33 milioni. In questi risultati sono stati conteggiati i costi di ristrutturazione equivalenti a 39 milioni di dollari. Nel medesimo trimestre dell’anno passato, Seagate aveva raggiunto un fatturato di 1.55 miliardi e un guadagno netto di 160 milioni di dollari. Nel corso dell’intero anno fiscale 2004, terminato il 2 giugno, la società ha riportato un fatturato di 6.22 miliardi di dollari e un guadagno netto di 641 milioni. In questo caso bisogna considerare una agevolazione fiscale di 125 milioni di dollari e 59 milioni di spese di ristrutturazione. Steve Luczo, chairman di Seagate, ha dichiarato che il 2004 è stato un anno in cui la sua azienda, come l’intera industria, ha dovuto affrontare molte sfide. “?Nonostante queste condizioni, Seagate ha continuato a far leva sulla sua leadership tecnologica attraverso una vasta gamma di nuovi prodotti recentemente annunciati, che avranno come risultato il più vasto portfolio di prodotti dell’industria”. In arrivo nel nuovo esercizio fiscale una ampia gamma di prodotti destinati ai data center, ai notebook e all’importante mercato dei dispositivi portatili e dei video recorder digitali. Prodotti che, secondo Luczo, consentiranno a Seagate di aumentare il target di mercato dal 75% al 97%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore