Pericolo inquinamento da PC

Sicurezza

Greenpeace denuncia gravi casi di contaminazione delle acque potabili dovute
alle scorie della produzione di prodotti high-tech.

L’industria di produzione dei circuiti integrati per PC potrebbe essere la responsabile di gravi casi di inquinamento dell’ambiente, in particolare per le falde acquifere site nei pressi degli stabilimenti. Un rapporto dell’associazione ambientalista Greenpeace, da lungo tempo attiva nel monitoraggio dell’inquinamento causato dalle nuove tecnologie, denuncia l’emissione di sostanze pericolose per l’ambiente, come cloro e rame, in seguito ai processi produttivi di semiconduttori e altri prodotti elettronici. Lamentano anche la poca trasparenza delle grandi imprese sull’argomento.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore