Philips al convegno di Cernobbio sul digitale terrestre

AccessoriWorkspace

Philips, tra i principali sponsor dell’incontro dei Ministri Europei delle Telecomunicazioni, ribadisce l’impegno per favorire la penetrazione in Italia della nuova tecnologia.

La televisione digitale terrestre si inserisce in modo naturale nella filosofia Philips Connected Planet, una visione che si concretizza nello sviluppo di soluzioni studiate per rendere possibile la convergenza digitale e l’accesso ai contenuti da parte dei consumatori dovunque, in qualsiasi momento e in modo indipendente dal dispositivo utilizzato. In quest’ottica, i dispositivi devono essere semplici da usare, in grado di supportare sviluppi futuri e disponibili a costi contenuti. Perché tutto questo sia possibile anche con la televisione digitale terrestre, Philips è da tempo impegnata sia nello sviluppo della piattaforma MHP, la piattaforma abilitante per i nuovi servizi interattivi, sia nello sviluppo di set top box, già oggi disponibili sul mercato. Forte della propria esperienza nel guidare l’introduzione al consumatore di tecnologie digitali innovative (quali per esempio il DVD registrabile), Philips ha sottolineato che in questa fase l’accettazione da parte dei consumatori rappresenterà un elemento determinante per lo sviluppo della televisione digitale terrestre. Il digitale terrestre rende possibile un nuovo stile di vita grazie all’accesso, tramite l’interattività della piattaforma, a nuovi servizi: T-Government (per esempio, utilizzo della televisione per la richiesta di certificati), telemedicina (servizi di prenotazione visite mediche, ma anche telemonitoraggio di pazienti con patologie croniche di tipo cardiologico e diabetico) e T-learning (erogazione tramite la televisione digitale di servizi di formazione a distanza). Proprio grazie alla semplicità del mezzo televisivo, inoltre, il digitale terrestre potrebbe risultare lo strumento in grado di colmare il divario noto con il nome di Digital Divide in quanto rende possibile l’accesso a servizi tecnologicamente avanzati anche a coloro che non hanno dimestichezza con l’utilizzo degli strumenti informatici ma sono abituati a fare uso della TV e del telecomando. L’impegno del governo italiano e quello delle industrie produttrici come Philips può davvero concretizzare il progetto del digitale terrestre facendolo diventare il motore trainante dello sviluppo economico del paese, attraverso la crescita del sistema dell’amministrazione pubblica e in generale del «sistema-paese». Il digitale terrestre rappresenterà quindi una nuova sfida politica, tecnologica ed economica per posizionare l’Italia in Europa come paese innovativo e orientato ad utilizzare il progresso tecnologico per migliorare la vita dei cittadini.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore