Philips: niente più cellulari

Mobility

L’azienda olandese vende ai cinesi l’intera produzione di terminali mobili

Non tira una bella aria nel mercato della telefonia cellulare. Sono lontani i tempi dei grandi guadagni di qualche anno fa e diverse aziende smantellano le proprie divisioni per dedicarsi ad altro. Tra queste c’è Philips, che ha siglato un accordo per cedere la in toto la produzione dei propri terminali alla società cinese, la China Electronics Corporation (CES), che già realizza gli apparecchi per conto della multinazionale europea. Questo accordo preliminare porterà a vendere alla CES quel che resta di un ramo dell’azienda che negli ultimi anni ha accumulato solo gravi perdite. I cellulari che verranno prodotti in seguito alla cessione manterranno però il nome Philips assicurando un’apparente continuità alla produzione del colosso olandese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore