Philips riduce i costi e evita di sfidare TomTom

Aziende

Confermati stime e taglio costi nel 2007: inoltre l’azienda olandese si
rifiuta di entrare nel mercato dei Gps

Philips Electronics taglia i costi, diminuendo costi di gestione e di servizio di 75 milioni di euro. I tagli sono previsti entro la fine del 2007. Il gigante olandese, oltre ad annunciare i tagli, ha c onfermato le stime e i target per le controllate. L’Ebit per la divisione elettronica di consumo è stimato lievemente sotto al 4% nel 2006, mentre quello per il settore del consumo domestico è in linea con il 7%. Nel 2007 Philips investirà 100 milioni di euro per una campagna pubblicitaria istituzionale. Infine Philips, che agiugno aveva preannunciato il proprio ingresso nel mercatop dei Gps, torna su suoi passi: Philips fa marcia indietro contro Tom Tom. Philips non lancerà un suo Gps o dispositivo di navigazione satellitare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore