Philips sperimenta a Singapore la Connected Home.

AccessoriWorkspace

Vita digitale per trenta famiglie.

Royal Philips Electronics ha compiuto un nuovo passo verso la realizzazione di uno stile di vita digitale con la collaborazione al programma Connected Home promosso dalla Infocomm Development Authority (IDA) di Singapore. Trenta famiglie di Singapore abiteranno case digitali progettate con soluzioni wireless personalizzate a banda larga, permettendo così a Philips di realizzare un ulteriore passaggio chiave per la propria strategia Connected Home, volta a costruire il futuro dell’home entertainment attraverso prodotti in grado di migliorare la vita delle persone grazie all’utilizzo di tecnologie digitali interattive. Nel contesto del progetto UniHome, Philips sta collaborando con dieci aziende, tra cui content e service provider, per equipaggiare le trenta case con soluzioni di connettività a larga banda sia cablate sia wireless, che permetteranno ai loro abitanti di disporre di servizi interattivi di uso quotidiano quali l’automazione domestica, l’e-learning, l’entertainment e le applicazioni legate alla sicurezza della casa. Grazie alla tecnologia wireless, le reti domestiche completamente integrate stanno rapidamente diventando una realtà, rendendo così possibile realizzare dispositivi elettronici di consumo sempre più correlati alle esigenze quotidiane delle persone. La Connected Home di Philips è un ambiente caratterizzato da dispositivi di home entertainment in grado di comunicare tra loro per offrire così all’utente una più ampia possibilità di controllo, una maggiore produttività e più convenienza. Uscendo dalla fase di studio in laboratorio ed entrando nelle case, Philips è oggi in una posizione unica per sviluppare una tecnologia umanizzata che sia parte integrante della vita quotidiana delle persone. La collaborazione al progetto realizzato a Singapore è in linea con la visione di Philips della Connected Home in quanto prevede l’osservazione delle abitudini e dei comportamenti quotidiani delle famiglie e, cosa ancora più importante, consente di identificarne il loro comportamento naturale quando si confrontano con le soluzioni di connettività più all’avanguardia. La comprensione dei comportamenti dei consumatori permetterà a Philips di realizzare nuovi prodotti che , alla luce di queste scoperte, offrano al consumatore un’esperienza digitale che rispecchi le sue esigenze e aspettative. Il progetto UniHome di Singapore, che ha avuto ufficialmente inizio il 15 giugno, vedrà coinvolti diversi prodotti wireless di Philips, che rappresentano i mattoni con i quali si sta realizzando la visione della Connected Home. Alcuni esempi: il sistema di Internet audio a banda larga Streamium MC i200, la TV a banda larga con DBTV, la gamma di dispositivi per lo streaming audio-video Streamium Linx con tecnologia WiFi, l’HDD DVD, il detachable monitor DesXcape e iPronto, un telecomando wireless personalizzabile basato su un display che consente di controllare e gestire la casa digitale. Singapore è un mercato ideale per testare la Connected Home, grazie alla particolare predisposizione verso la tecnologia dei suoi abitanti e alla disponibilità della banda larga always-on. Il progetto UniHome di Singapore si avvale di una collaborazione che Philips ha già in corso con KPN e Telefonica, collaborazione il cui obiettivo è quello di supportare l’adozione e l’espansione delle applicazioni di tipo domestico basate sulla banda larga. Philips ritiene infatti che la banda larga sarà pienamente adottata solo quando verrà utilizzata non solo nel mondo dei computer ma anche in quello dell’entertainment, e per tutte le applicazioni che stanno in mezzo tra questi due mondi. Philips promuoverà partnership a livello mondiale con gli operatori di telecomunicazione per portare sul mercato le proprie soluzioni di connettività di nuova generazione e assicurare una presenza diffusa della banda larga in tutto il mondo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore