Phishing e cattive abitudini mettono a rischio le Web mail

CyberwarSicurezza

Le circa 20mila password di Hotmail finite di recente sul Web, celano la pigrizia degli utenti: password troppo facili per essere crackate, non aiutano la sicurezza delle Webmail

Il caso di attacco a Hotmail e Gmail ha messo in evidenza la fragilità delle Webmail. Ma, al di là del fatto se i servizi di posta elettronica sul Web di Microsoft, Yahoo! e Google siano stato oggetti di un massiccio attacco phishing o meno, quello che salta agli occhi è un altro: le cattive abitudini e la pigrizia degli utenti.

Le circa 20mila password, finite online, mettendo a repentaglio la privacy di tanti utenti, hanno spesso un denominatore comune: sono password banali, facilissime da indovinare, anche senza strumenti di key logging o truffe di phishing. Password come 123456 oppure 111111 oppure il proprio nome di battesimo, sono password crackabili. Lo riportano Cnete Acunetix blog .

Già all’epoca dell’attacco “hacker” alla Web mail di Sarah Palin , candidata alla vice presidenza Usa, osservamo che bastano 45 minuti, per mettere a rischio le password su Web mail. E’ sufficiente infatti un profilo su Facebook o Wikipedia per dare in pasto a sconosciuti i dati sensibili: una volta trovati i dati per rispondere alla domanda personale (quale scuola hai frequentato? qual è il tuo codice postale? qual è il nome del tuo gatto o il cognome nubile della mamma? eccetera), un malintenzionato è in grado di azzerare la password, e accedere alla Web mail di chiunque abbia esposto i propri dati sul social networking.

Scatta l’allarme rosso per la sicurezza, se soprattutto gli utenti sono così pigri, da utilizzare le stesse password su altri siti. Circa il 40 per cento delle persone sfruttano la stessa password su t utti gli account elettronici (Mail, banca, siti di e-commerce, eccetera). Mettendo davvero a rischio la propria vita digitale e reale. Un dato davvero preoccupante.

Leggi: Sophos agli utenti Hotmail: Cambiate password

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore