Phishing milionario svuota i conti correnti

CyberwarMarketingSicurezza

Correntisti, caduti nella trappola del phishing e delle truffe telematiche, sono stati derubati di un milione di euro

La Polizia Postale di Perugia ha condotto un’indagine per una maxi truffa telematica, che ha defraudato di un milione di euro i conti correnti delle vittime del phishing. Sono finite in carcere 17 persone.

I 17 arresti sono stati eseguiti in Romania, su mandato di arresto europeo, ma anche in Italia, nelle province di Milano, Padova e Novara.

Le e-mail di phishing sembravano provenire da Poste e banche, ma in realtà erano indirizzi fasulli che contenevano link truffaldini.

Phishing e spam sono una piaga. Secondo un recente report di Enisa (European Network and Information Security Agency), soltanto il 4,4 % del traffico e-mail è legittimno: il restante 95,6 % è composto di junk email o spam, messaggi che finiscono nel cestino del Pc.

Ecco alcuni suggerimenti per evitare di cadere nella trappola del phishing.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore