Photoshow 2004: è partita la rassegna nazionale dedicata alla fotografia e all’immagine digitale

Workspace

Prodotti di nuova generazione e mostre fotografiche.

Alla sua quinta edizione, forte dei buoni risultati dell’anno scorso, il Photoshow 2004, ospitato alla Fiera di Roma dal 20 al 22 marzo, su una superficie di 35.000, ha vantato la partecipazione della quasi totalità del mercato nazionale e la rappresentanza di tutte le categorie merceologiche: fotografia tradizionale e digitale, imaging, attrezzature e materiali per l’acquisizione, elaborazione, archiviazione e stampa dell’immagine, fotolaboratori, video amatoriale e professionale, minilab, attrezzature e materiale per stampa, album, cornici, professional imaging, borsa dell’antiquariato fotografico. Lo scorso anno il Photoshow, ispirato e caratterizzato in particolare sia dal punto di vista dell’offerta che della domanda dal digitale, ha registrato la presenza di 384 espositori provenienti da 22 paesi su un totale di 30.000 metri quadri di superficie (+12% rispetto all’edizione milanese 2001); oltre 50.000 visitatori di cui 29.300 operatori (contro i 25.500 del 2001) provenienti da tutte le regioni italiane, oltre che dall’estero. Quest’anno gli organizzatori hanno calcolato la partecipazione di oltre duecento espositori. In quest’edizione 2004, come già in quelle precedenti, accanto ai prodotti, Photoshow ha presentato una serie di mostre ed eventi. Tra questi la seconda edizione di Obiettivo Immagine, percorso itinerante di fotografia che ha animato alcuni dei luoghi più rappresentativi di Roma. Numerose mostre di grande effetto sono state ospitate in palazzi istituzionali, nelle vie e nelle piazze della capitale: tema conduttore di Obiettivo Immagine è stato quest’anno “FotoCinema” (le fotografie di scena del cinema). Poi ”L’Altra metà del video”, 40 immagini delle ”signore del video” protagoniste delle pagine del calendario per i 50 anni della Rai (formato 90×90) ed altre immagini in bianco e nero con i volti femminili che hanno fatto la storia della televisione. E ancora la mostra, dedicata allo sport, intitolata ”La palla è rotonda”, che ha presentato i momenti di calcio immortalati dalla fotografia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore