Nasce lo sportello unico UE per risolvere controversie nell’e-commerce

E-commerceMarketing
In Italia l'e-commerce sfiora i 17 miliardi di euro
0 8 Non ci sono commenti

Arriva la piattaforma UE in cui consumatori e operatori commerciali appartenenti all’UE possono inoltrare reclami, per risolvere controversie legate all’e-commerce

Nasce la piattaforma dell’Unione europea (UE) per risolvere le controversie negli acquisti online di prodotti o servizi, per dare una mano a consumatori e commercianti nel comporre vertenze legate all’e-commerce. Si tratta di una buona notizia per i consumatori, ma ne beneficeranno anche i commercianti online che così taglieranno le spese processuali e miglioreranno la fidelizzazione della clientela: lo sportello unico dovrebbe infatti aumentare la fiducia dei consumatori verso lo shopping online oltreconfine, da siti esteri. Per risolvere un caso, in media passano meno di 90 giorni; e ciò non impedisce alle parti coinvolte di adire alle vie legali, nei casi più complessi.

Nasce lo sportello unico UE per risolvere controversie nell'e-commerce
Nasce lo sportello unico UE per risolvere controversie nell’e-commerce

La piattaforma, multi-lingue ed accessibile da ogni dispositivo, si presenta come uno sportello unico in cui consumatori e operatori commerciali appartenenti all’UE possono inoltrare reclami agli organismi, scelti dagli Stati membri, di risoluzione alternativa delle controversie. Attualmente sono collegati alla piattaforma 117 organismi in 17 Paesi UE.

La formulazione del reclamo richiede la compilazione di un modulo in tre punti, ma la procedura è tutta online. La piattaforma è multilingue,ed è dotata di un sistema di traduzione per le controversie tra soggetti di differenti Paesi europei.

Il commercio elettronico è in grande spolvero in Europa, trainato soprattutto dalla componente Mobile.
L’m-commerce da dispositivi mobili (smartphone e tablet) mette a segno un incremento del 44%, pari a 3,5 miliardi di euro: vale un quinto del totale mercato eCommerce B2c. L’m-commerce da smartphone ha archiviato il 2015, registrando una crescita del 64% a quota 1,7 miliardi di euro. Lo shopping m-commerce da tablet è in crescita del 29% e rappresenta l’11% dell’eCommerce B2c italiano.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore