Piemonte: una legge regionale per l’innovazione

Workspace

Obiettivi del provvedimento votato dalla Giunta regionale sono il rafforzamento della collaborazione tra Università e impresa, la valorizzazione della ricerca e il pieno sfruttamento delle risorse

TORINO. Promuovere l’innovazione con il coordinamento di tutti gli attori, istituzionali e privati, coinvolti nel processo di sviluppo e diffusione della conoscenza. È l’ambizione del Disegno di legge sulla ricerca recentemente approvato dalla Giunta Regionale del Piemonte. Il provvedimento è il risultato di un percorso, che ha attraversato più di un anno, svolto insieme da Università, Fondazioni, Enti locali e Associazioni di imprenditori, uniti nel mettere a punto una strategia che accoglie gli indirizzi della Unione Europea, impegnata in un processo di valorizzazione della ricerca che, entro il 2010, dovrebbe una quota del 3% del prodotto interno lordo degli stati membri. Il Disegno di legge della Giunta regionale prevede una copertura finanziaria di 6 milioni di euro per quest’anno e di altri 14 milioni per il biennio 2005-2006. “La ricerca nel campo scientifico, tecnologico, umanistico, economico e giuridico – ha spiegato Enzo Ghigo, Presidente della Regione – è un settore in cui il Piemonte è e dovrà essere sempre protagonista a garanzia delle sue consolidate competenze e delle migliaia di posti di lavoro ad alta qualificazione che è in grado di assicurare. Valorizzare e sostenere la ricerca svolta in Piemonte vuole dire anche sostenere le eccellenze e permettere la mobilità dei ricercatori e l’impiego dei giovani studiosi”. Un piano ambizioso che, se da una parte mira a coordinare gli sforzi entro piani pluriennali coordinati dall’amministrazione, dall’altra vuole cercare di rispettare le peculiarità esistenti nei singoli settori di intervento e nelle diverse aree geografiche della regione. A questo scopo la proposta di legge prevede la costituzione di un Comitato per la ricerca e l’ innovazione, uno strumento di raccordo tra i diversi soggetti coinvolti nei processi di innovazione. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore