Pinterest ha più dipendenti donne di Google e Twitter

AziendeManagementMarketingNomine
Il Gender Gap non fa rima con Pinterest
1 0 Non ci sono commenti

L’industria IT finora è stata scarsamente inclusiva in tema di gender gap e uguaglianza etnica. Pinterest cerca di superare gli ostacoli

La strada per la parità è lastricata da buone intenzione, ma rimane impervia. C’è tuttavia una startup che soffre meno dei rivali il Gender Gap: è Pinterest. Il social network delle donne ha più dipendenti donne impiegate in ruoli tecnologici di Google e Twitter. A Google e Twitter le donne sono il 30 per cento, da Yahoo- un’azienda con Ceo donna- il 37 per cento, a LinkedIn il 61 per cento è di sesso maschile.

Il Gender Gap non fa rima con Pinterest
Il Gender Gap non fa rima con Pinterest

Pinterest invece cerca di assumere non solo più donne: gender gap e uguaglianza etnica sono priorità per il social network. L’industria IT finora è stata scarsamente inclusiva.

Pinterest ha assunto il 29 per cento di donne alla engineering intern class l’anno scorso e il 32 per cento quest’anno. Da Pinterest le donne con ruolo tecnologico sono il 21 per cento contro il 10 per cento di Twitter.

Il 50 per cento degli impiegati del social network sono caucasici, il 42 per cento asiatici, il 2 per cento ispanici, l’1 per cento nero e 2 per cento “altro”.

Abbattere il divario di genere nell’IT è anche l’obiettivo della Nuvola Rosa, progetto di Microsoft Italia.

Pinterest è valutata 5 miliardi di dollari. Oggi il social network è disponibile in 31 lingue differenti, compreso l’italiano; localizzato a settembre 2013, in Italia, ha registrato un incremento del 175% in un anno (febbraio 2013-febbraio 2014); a livello mondiale, il 75% del traffico di Pinterest proviene da dispositivi mobili; Pinterest vanta oltre 30 miliardi di pin. Ogni giorno gli utenti “pinnano” circa 1 milione e mezzo di luoghi, 5 milioni di pin riguardanti l’home decor e più di 2 milioni di contenuti dedicati alla moda.

Con Uber, Airbnb, Xiaomi e Dropbox, Pin rappresenta una delle cinque startup più promettenti nella scena IT.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore