Pioggia di critiche al Drm di Windows Vista

Sistemi OperativiWorkspace

Botta e risposta tra i detrattori della tecnologia anti pirateria integrata
nel sistema operativo di Microsoft

Mentre Microsoft difende strenuamente i dispositivi anti pirateria di Windows Vista,piovono critiche sull’imminente nuovo Windows, a scaffale dal 30 gennaio. Il sistema di tutela del copyright integrato in Vista è sotto il fuoco incrociato delle polemiche: il Drm installato potrebbe far perdere nelle qualità audio e video, ma soltanto per i contenuti digitali ad alta definizione non legali. Infatti Windows Vista scommette sull’alta definizione, ma sposata alla legittimità e alla protezione del diritto d’autore. Microsoft ha infatti sottolineato alla Bbc che la qualità compromessa sarà limitata ai contenuti Premium (ovvero nei nuovi formati Blu-ray e Hd Dvd) che non ottenessere l’autorizzazione in Rete, attraverso i Drm (Digital rights management), sui diritti d’autor e. Tuttavia la spiegazione tecnica di Microsoft non ha accontentato i detrattori che accusano il sistema di compromettere anche “tutte le comunicazioni vocali via Pc”. a puntare l’indice contro il rischio di contenuti degradati (e su un sistema pesante per gli utenti) èPeter Guttman dell’Università di Aukland. a una settimana dal debutto di Vista nel mercato consumer, la polemica non è da poco.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore