Pioneer rinnova i pannelli al plasma

Management

La nuova tecnologia plasma supera le prestazioni degli Lcd e dei Sed,
indipendentemente dalle condizioni di illuminazione

Pioneer al CES ha lanciato un’avanzata tecnologia destinata a mutare lo scenario del mercato delle TV a schermo piatto. La nuova tecnologia compie per la prima volta una completa riprogettazione dell’infrastruttura del display, includendo un nuovo pannello, un filtro e un circuito integrato per applicazioni specifiche (ASIC). Il risultato, chiaramente visibile in una comparativa, fa risultare il plasma Pioneer imbattibile nella qualità dell’immagine, in grado di superare sia gli LCD che i SED, indipendentemente dalle condizioni di illuminazione. Le profonde, definite, vivide immagini e gli incomparabili livelli di nero consolidano la posizione di Pioneer come il produttore di schermi piatti di qualità superiore nel mondo. Afferma Ken Shioda, GM di strategia di prodotto per i display presso Pioneer Corp: ?Riprogettando completamente la nostra tecnologia plasma, abbiamo raggiunto questo obiettivo. Non abbiamo semplicemente apportato marginali miglioramenti in alcuni aspetti dell’esperienza visiva, ma abbiamo piuttosto fatto un salto in avanti in tutti i parametri che influiscono sull’esperienza dello spettatore?. Le caratteristiche chiave di questi nuovi pannelli:i livelli di nero superano notevolmente i precedenti plasma di Pioneer, rendendo le scene più buie e mantenendo la chiarezza del dettaglio, grazie a una riduzione del minimo livello di luminosità dell’80%; il nuovo pannello riproduce i colori con la più alta ricchezza e definizione anche nelle scene buie; la risoluzione nelle stanze luminose è stata accresciuta in modo significativo con un filtro di nuovissima progettazione, che minimizza l’effetto della luce dell’ambiente. La tecnologia è stata inizialmente pensata per il lancio durante le Olimpiadi di Beijing nel 2008, m a Pioneer pensa di introdurre il prodotto sul mercato europeo nel 2007, anche se la data esatta verrà annunciata prossimamente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore