Pioneer riorganizza: addio alle Tv Flat dal 2010

Aziende

Pioneer si ritirerà dal mercato dei flat tv entro marzo 2010, ma continuerà ad assicurare le garanzie e i servizi post vendita dei suoi prodotti. Si focalizzerà su car e audio. Possibile joint venture nel business dei dischi ottici. Tagli alla forza lavoro

Colpita dalla recessione e dal calo della domanda, Pioneer riorganizza. Il colosso si ritirerà dal mercato dei flat tv entro marzo 2010, ma proseguirà ad assicurare le garanzie e i servizi post vendita dei suoi prodotti. Pioneer, infatti, interrompe la produzione di pannelli al plasma.

Pioneer punta a trasformarsi in un’azienda focalizzata sul business del Car Electronic s e Audio: nel mercato Home, Pioneer continuerà a sviluppare prodotti home audio e apparecchiature per DJ e si concentrerà maggiormente sul “suono”; invece, nell’ “Optical disc busines s”, Pioneer sta valutando attentamente la possibilità di creare una joint venture.

Pioneer prenderà provvedimenti al fine di rafforzare la sua struttura operativa e migliorare la redditività ottimizzando l’organizzazione di tutto il gruppo.

Pioneer integrerà la rete di fabbriche presenti in Giappone e nel resto del mondo. Questo porterà a una riduzione delle sue fabbriche del 30%. Per quanto riguarda la struttura commerciale, Pioneer ridurrà la sua forza vendita in linea con la ristrutturazione della divisione Home Electronics. Inoltre, Pioneer prevede di rivedere le funzioni amministrative e R&D così da ridurne le dimensioni conformemente alla nuova struttura di business.

La ristrutturazione porterà a una riduzione globale della forza lavoro di circa 6.000 impiegati e 4.000 lavoratori interinali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore