Pirateria: BSA commenta gli arresti in Olanda

NetworkProvider e servizi Internet

BSA Emea si esprime in merito agli arresti e allo smantellamento di un traffico di materiale pirata in Olanda

Business Software Alliance (BSA) si è congratulata per la neutralizzazione di un giro di pirateria che distribuiva software illegale per un valore stimato di oltre 350 milioni di euro, oltre a copie di film e CD musicali. I membri di questa organizzazione pirata sono stati condannati venerdì scorso dal tribunale penale di Copenhagen. Le indagini e le conseguenti condanne, supportate da BSA, sono state seguite dalla IT Task Unit danese e dalla Divisione Antifrodi della polizia di Copenhagen. L’organizzazione pirata era dedita alla produzione, al marketing e alla distribuzione di raccolte illegali su CD denominate Akira, Frozen e Syndicate. Le raccolte su CD contenevano vere e proprie “compilation”, create ad hoc dagli stessi pirati, di opere che i rispettivi autori non hanno mai commercializzato su un unico supporto. In queste raccolte si trovano spesso le ultimissime novità in fatto di software, film e musica. Oltre ai programmi piratati, questi CD possono anche contenere virus, Trojan horse e spyware e possono causare danni ai computer e perdite di informazioni. Si calcola che l’organizzazione in questione abbia prodotto, importato e distribuito oltre 900.000 CD illegali nell’arco di quattro anni. Sulle compilation venivano masterizzati programmi di importanti software house come Adobe, Autodesk, Macromedia, Microsoft e Symantec, oltre a giochi per computer e brani musicali. Il Tribunale Penale ha condannato i membri dell’organizzazione pirata a pene detentive comprese tra 8 mesi e un anno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore