Pirateria: GdF si aggiorna grazie a BSA, FAPAV e FPM

Workspace

I rappresentanti delle tre associazioni hanno tenuto corsi di aggiornamento in diversi Comandi della GdF sulla pirateria multimediale e sulle tecniche più moderne per contrastare il fenomeno

MILANO – Si rinnova la collaborazione fra Fiamme Gialle e le tre associazioni impegnate nella tutela del diritto d’autore. I militari dei Comandi della Guardia di Finanza di Salerno, Trieste, Firenze e Brescia hanno incontrato, in momenti diversi, i rappresentanti di BSA (Business Software Alliance), FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale) e FAPAV (Federazione AntiPirateria AudioVisiva) nell’ambito dei corsi di aggiornamento sulle nuove metodologie per contrastare la pirateria informatica, audiovisiva, digitale e satellitare, sulla normativa vigente relativa alla proprietà intellettuale e sulle più recenti evoluzioni tecnologiche sulla tutela del diritto d’autore. Agli incontri-studio hanno partecipato circa 150 militari provenienti dai reparti territoriali delle quattro regioni. Gli interventi tecnici sono stati curati, nei vari incontri, da Arnaldo Borsa (Responsabile Antipirateria BSA), Luca Vespignani (Segretario Generale FPM), Luciano Daffarra (Segretario Generale FAPAV), Morgan Peyrot, Jan Kret e Silvia Leo di FAPAV, Vittorio Livraghi di SKY. I relatori hanno introdotto il tema della pirateria informatica spiegando le diverse forme in cui si manifesta, illustrando la normativa vigente in materia di proprietà intellettuale e presentando le metodologie più moderne per condurre indagini e verifiche contro organizzazioni criminali sempre più aggiornate a livello tecnologico. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore