Pirateria, Isp e cinema a un tavolo comune

CyberwarSicurezza

Il ministro delle Comunicazioni Gentiloni vuole trovare una soluzione contro
la piaga della violazione del copyright. Giro di vite per il file sharing
illegale?

Alla conferenza stampa tenuta al Lido di Venezia, in occasione del Festival di cinematografia, il ministro delle Comunicazioni

Gentiloni ha affermato che a settembre si svolgerà un tavolo con produttori cinematografici e Internet service provider. Va trovato un equilibrio tra esigenze di Isp e quelle del cinema, nel nome della lotta alla pirateria.La contraffazione sta facendo male al cinema. Il ministro ha aggiunto: “Le normative che abbiamo non funzionano perché inapplicate, ma credo che si possa arrivare a una soluzione“. Si profila forse all’orizzonte un giro di vite contro il peer to peer illegale? Dalla scorsa primavera gli Isp sono stati al centro dell’attenzione, coinvolti nella vicenda Peppermint: in quel caso il Tribunale ha dato ragione agli utenti del file sharing contro le richieste ai service provider di fornire i nomi dei sospetti pirati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore