Pirati crackano completamente l’install di Vista

CyberwarSicurezza

Resta da vedere se le nuove misure antipirateria di Microsoft, abbinate agli
aggiornamenti di Windows, saranno capaci di contrastare questa nuova release

PARLARE DI SOFTWARE piratato è in parte ancora tabù nell’ambito della stampa, ma qualche volta vale la pena di gettare uno sguardo anche nel mondo underground, a dispetto delle e-mail anti-pirateria che inondano la nostra casella di posta. Ricordatevi che noi non sosteniamo la pirateria, ci limitiamo a riportare le notizie. Si sta diffondendo una versione pirata di Windows, che si trova nel solito paradiso dei pirati, appartenente a un gruppo chiamato ?NoPE?, che non sembra avere rilasciato molto altro. È diventata rapidamente il prodotto più ricercato dai tipici pirati con la benda su un occhio, la gamba di legno e il pappagallo sulla spalla. Vista è stato analizzato in ogni modo concepibile e in tutte le sue varie release e varianti, ma è rimasto ancora difficile da crackare per il medio avventuroso Barbanera.In circolazione ci sono vari programmi che forzano l’attivazione agendo sul timer per ritardarla indefinitamente e altri crack che non hanno raggiunto l’efficienza del recente toolkit che emula un BIOS OEM, ma che è molto più difficile da usare di un ?normale? crack o seriale. La release NoPE ha una principale differenza chiave rispetto ad altre precedenti copie piratate di Vista: è completamente crackata. Il prodotto sembra attivato, gli aggiornamenti funzionano e non è necessario inserire nessuna chiave o usare media di installazione senza nessuno sforzo da parte del pirata. Probabilmente questi hacker sono riusciti a sostituire l’immagine di Vista sul DVD di installazione con la versione pre-crackata. Con l’adozione di Vista Microsoft è passata dal solito complicato processo di set up a un’installazione basata sull’immagine disco. Alcuni lettori ci hanno riferito che la versione crackata funziona perfettamente. Ci sono voluti alcuni mesi dal lancio di Windows Vista, ma ora sembra che il prodotto sia stato crackato con successo e sia anche più semplice da installare rispetto alle precedenti copie di Windows XP, che ha sempre avuto bisogno di un numero di serie. Resta da vedere se le nuove misure antipirateria di Microsoft, abbinate agli aggiornamenti di Windows,saranno capaci di contrastare questa nuova release; Microsoft dovrà combattere una dura battaglia per mantenere Vista inattaccabile dalla pirateria.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore