Pirati inconsapevoli

NetworkProvider e servizi Internet

Una ricerca condotta dall’ISPO di Renato Mannheimer dimostra l’assenza di percezione del reato in caso di pirateria. Un italiano su due non sa che si tratta di furto

Nel corso della Giornata mondiale della proprietà intellettuale è stata presentata l’indagine “Gli italiani e la proprietà intellettuale”, condotta dall’ISPO di Renato Mannheimer intervistando un campione, rappresentativo dell’universo della popolazione adulta del nostro Paese, di 4.260 individui, maschi e femmine, dai 18 anni d’età fino agli ultra 60enni, appartenenti a tutte le categorie professionali. La ricerca ha sondato la percezione che gli italiani hanno del tema della proprietà intellettuale, delle recenti innovazioni normative volte a regolamentarlo e a contrastare il diffuso fenomeno della copia e della distribuzione illegale tramite strumenti digitali di opere dell’ingegno (editoriali, informatiche, musicali e audiovisive) protette da diritto d’autore. “I risultati tracciano un quadro molto vicino a quanto BSA sostiene da anni nelle proprie attività educational verso il pubblico”, rileva Francesca Giudice, Presidente di BSA Italia. Infatti, si sta diffondendo la consapevolezza dell’esistenza del problema, come anche la percezione che determinati comportamenti sono illeciti (71% del campione) e minacciano assetti di mercato e occupazione, in molti casi anche favorendo il crimine organizzato (oltre il 60% degli intervistati). La percezione della gravità del problema pirateria cresce di pari passo con la maturità (30% degli intervistati dai 40 ad oltre i 60 anni d’età), il livello d’istruzione (il 32% dei diplomati e il 28% dei laureati), l’abitudine a leggere tutti i giorni un quotidiano (37%) o più di 7 libri l’anno (36%), la consuetudine con PC e Internet (87% degli utilizzatori). In generale, è comunque più bassa la percentuale degli intervistati che si mostra informata sulle norme vigenti in materia: se il 44% del campione “ne ha sentito parlare”, solo il 9% afferma di conoscerle chiaramente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore