Il Web mobile traina le vendite di telefonini

Banda LargaNetwork
La telefonia mobile serve soprattutto per navigare in Rete
1 4 Non ci sono commenti

Linee fisso in calo, mentre il 54% delle Sim è utilizzata per navigare su Internet. In progresso le reti a banda larga di nuova generazione. L’analisi di AgCom

La popolarità dei dispositivi Mobile è dovuta alla possibilità di navigare su Internet. Più di metà dei telefonini sono usati per navigare in Rete, secondo il rapporto dell’AgCom, mentre prosegue la flessione delle linee fisse e aumentano le reti a banda larga di nuova generazione.

Dall’Osservatorio sulle comunicazioni dell’Agcom (dati aggiornati a dicembre 2015), emerge che calano di 350mila unità gli accessi totali alla rete fissa telefonica nell’arco dell’ultimo anno.

La telefonia mobile serve soprattutto per navigare in Rete
La telefonia mobile serve soprattutto per navigare in Rete

Telecom Italia detiene il 58%, ma è in flessione del 2,6% su base annua. In quattro anni, l’ex monopolista ha perso 2,9 milioni di accessi: 1,1 milioni sono migrati verso altri operatori. Wind ha il 13,4%, ma sale di appena lo 0,2%. Fastweb supera la soglia dell’11% in crescita dello 0,9%, tallonata da Vodafone al 10,6% (+0,8%).

Le Sim con accesso a Internet sono salite del 15,3%, superando i 50 milioni di unità. Da dicembre 2011, le Sim dedicate al traffico dati sono passate dal 28,1% ad oltre il 54% del totale. Il traffico dati è in rialzo di oltre il 45%.

Le linee Next generation access (NGA) hanno superato il 7% di quelle complessive: rappresentano il 9,7% delle linee broadband.
A fine settembre hanno oltrepassato le 1,4 milioni di unità, registrando un incremento annuo di circa 670mila linee. Forte di 410 mila linee, la crescita supera il 50% rispetto al 2014.

Fastweb e Telecom Italia, insieme, costituiscono oltre l’83% delle linee Nga. Vodafone (è passata dal 3,8% al 14,9% degli accessi in banda ultra larga, dimostrando di essere in forte ascesa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore