Più efficienza per il consorzio Ecolight

Aziende

Il consorzio Ecolight ha deciso di abbassare i propri eco-contributi in ragione di un’aumentata efficienza nella gestione dell’intera filiera, con un vantaggio per l’ambiente e per il consumatore finale

Nei primi 12 mesi di ritiri, Ecolight ha raccolto oltre 13.000 tonnellate di rifiuti, attraverso 6000 ritiri sull’intero territorio nazionale. Partendo dal riesame dei costi necessari per il corretto trattamento delle diverse tipologie di RAEE, Ecolight ha deciso di rivedere alcuni degli importi di Eco-contributo, che i Produttori aderenti al Consorzio applicheranno a partire dal 1° aprile 2009.

Ecolight ha fin dall’inizio impostato la sua attività con l’obiettivo di minimizzare l’impatto ambientale e i costi diretti e indiretti, in una logica di trasparenza e di minore effetto sui consumatori e sul mercato.

In virtù di questo principio il Consorzio ha scelto le soluzioni più efficienti per il recupero e reimpiego delle materie prime ricavabili dallo smaltimento dei RAEE e i partner più affidabili e professionali. Ha organizzato la propria attività operativa, adottando, in particolare, soluzioni di trasporto e logistiche efficienti e a basso impatto ambientale.

L’abbassamento degli eco-contributi è quindi la conseguenza logica di un’organizzazione che si sta sempre più affinando e che permette quella che si potrebbe definire “un’ottimizzazione dei processi”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore