Pochi utenti sul 3G

Aziende

La prospettiva di crescita è prevista nel lungo periodo

Solo 5 milioni gli utenti di tecnologia mobile 3G nell’Europa Occidentale entro la fine del 2004 e non si prevede una grande crescita neanche nel 2005: è quanto sostiene un’indagine di Analysys Research. Nonostante il lancio di servizi 3G lanciati in questi primi mesi dell’anno, la crescita si manterrà su questi livelli anche se nel corso del 2004 è prevista la forte crescita di questi servizi che avranno un significativo effetto sul numero degli abbonati solo dalla fine del 2005. Le previsioni sono che per il 2009, il 70% degli apparati mobili saranno compatibili coni servizi 3G. “Sono molti gli operatori che hanno lanciato servizi 3G nel corso di quest’anno e altri, come Orange, T-Mobile e Tim entreranno con forza nel mercato 3G di massa durante l’anno”, ha affermato Ariel Dajes, autore del rapporto. “I recenti sviluppi del mercato hanno anche evidenziato che i produttori di apparati mobili, come Nokia, saranno in grado di mettere a disposizione un numero sufficiente di device 3G, della qualità giusta, nella seconda metà del 2004. I device 3G sono stati fino ad oggi oggetto di forte critica da parte dei fornitori di servizi a causa delle loro dimensioni, dell’aspetto e della durata della batteria che non sono ritenuti di livello accettabile”. Il rapporto evidenzia anche che la copertura di rete a banda larga viene in alcuni casi cercata in tecnologie alternative come Edge; alcuni operatori, come Orange, hanno infatti scelto di sviluppare reti Edge per potenziare le proprie reti Gprs e a complemento della copertura 3G W-Cdma nelle aree a basso traffico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore