Pod è un marchio di Apple: una causa stabilirà se è vero

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Una controversia davanti al giudice ordinario dovrà stabilire se Pod è un marchio di Apple. L’ufficio brevetti dice di no, ma apple porta in tribunale una start up, produttrice del Video Pod

Apple non è riuscita (per ora) a difendere “Pad” dall’assalto dei vendor Pc (che potrebbe forse essere usato da PalmPad con Web Os di Hp e da Lenovo LePad, mentre il Blackberry non ha lanciato un BlackPad bensì un PlayBook), però Apple vuole arroccarsi sul suffisso Pod, considerato alla stregua di un marchio. Ma l’Ufficio Brevetti ha risposto di no a Apple: Pod non è un marchio.

Apple allora per dimostrare la sua tesi, porterà in tribunale il fondatore di una start-up, Daniel Kokin, seguendo le procedure ordinarie. Sector Labs è accusata da Apple per aver sviluppato un proiettore video chiamato Video Pod. Un nome che, secondo Apple, Sector Labs non dovrebbe usare. 873 pagine di causa dimostreranno la verità di Apple? La Mela di Cupertino afferma che Pod ingenera confusione.

Apple aveva già cercato di bloccare il Video Pod presso l’ufficio brevetti, ma United States Patent and Trademark non ha voluto sapere dello stop. Ora la controversia finisce davanti al giudice ordinario. Apple ha alle spalle una lunga storia di attacco alle aziende hi-tech che usano il nome, a partire da MyPodder, TightPod, PodShow e Podium. Anche l’australiana iPood è stata minacciata.

Apple vuole il marchio Pod
Apple vuole il marchio Pod
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore