Polycom: dalla human collaboration alla novità Pano

AccessoriWorkspace

Claudio Mignone, country manager di Polycom in Italia, spiega le novità dell’azienda e alza il sipario su Pano, un box che semplifica la condivisione dei contenuti durante una riunione di lavoro fino a quattro stream di contenuti affiancati simultaneamente, da qualsiasi dispositivo, senza destreggiarsi tra cavi, dischetti e adattatori

Polycom aiuta le aziende a beneficiare della forza offerta dalla human collaboration. Polycom e il suo ecosistema di partner a livello globale mettono a disposizione del mercato soluzioni di collaboration flessibili per ogni tipologia di ambiente.

Dopo aver messo in luce le ultime novità legate a skype for business e Office 365, la società, rappresentata in Italia da Claudio Mignone, Country Manager Polycom nel nostro paese, ha alzato il sipario su alcune novità che vanno ad arricchire il parco prodotti della società. In particolare, dopo real connect per Office 365, Mignone ha parlato di soluzioni di telepresenza, dove il vendor fornisce schermi, scrivanie ecc.

Claudio Mignone, Polycom
Claudio Mignone, Polycom

Oltre a questo, la società ha introdotto sul mercato la soluzione Telepresence Flex, “flessibile che costa circa il 35% in meno della soluzione precedente e ha la stessa tecnologia e la user experience. Posto che la soluzione precedente è ancora viva e vegeta, questa soluzione è più ‘flessibile’ anche nel prezzo perché abbiamo ottimizzato il layout , adattando la soluzione alle sale di dimensioni differenti , la soluzione precedente era più stabile e fissa su postazioni. Si tratta ora di un livello intermedio che va a colmare un gap della nostra offerta”, spiega Mignone. “Tutti gli apparati Polycom sono certificati dall’America – spiega Mario Villanova, System Engineer Polycom Italy –sono utilizzati in ambito Nasa, Difesa”.

Ma, una delle principali novità è Polycom Pano. Di cosa si tratta? Di fatto in un piccolo box che semplifica la condivisione dei contenuti e permette di condividere durante una riunione di lavoro fino a quattro stream di contenuti affiancati simultaneamente, da qualsiasi dispositivo, senza doversi destreggiare tra cavi, dischetti e adattatori.

Polycom Pano
Polycom Pano

Ognuno di noi ha sperimentato la difficoltà di condividere presentazioni o fogli di calcolo in modo rapido e semplice nel corso di una riunione. Ora i clienti possono semplicemente collegare Polycom Pano a qualsiasi display per consentire la condivisione di contenuti wireless da PC, Mac, tablet e smartphone – anche video in diretta. Pano include le garanzie di sicurezza integrate che limitano la condivisione al monitor di destinazione e che proteggono i contenuti una volta terminata la riunione.

Se si utilizza Pano con un monitor touch, si avranno a disposizione una serie di funzionalità estese, tra cui ampie opzioni di annotazione e lavagna interattiva, non disponibili in altre soluzioni di condivisione di contenuti wireless. L’utilizzo di un monitor 4K ad alta risoluzione migliora ulteriormente l’esperienza di condivisione dei contenuti. Pano lavora con qualsiasi apparecchiatura video esistente, facilitando l’integrazione alla tecnologia già esistente in sala conferenze.

Pano può essere un utile strumento nel settore edilizio – spiega Villanova – in cui spesso si hanno riunioni contemporanee con architetto, urbanista, l’addetto al computo metro, ecc..”. Questo prodotto è commercializzato prevalentemente su piattaforme e-commerce, ma anche via canale, perché ci aspettiamo una vendita più a volume, conferma Mignone. “In Italia – continua – è disponibile già da luglio. Non avremo un canale preferenziale o un go to market preferenziale”, spiega Mignone.

Whitepaper: Vuoi restare aggiornato sul tema in oggetto? Scarica il nostro whitepaper: Più agilità e innovazione da un’infrastruttura modernizzata

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore