Pornografia. Google accusato di non tutelare i giovani

Marketing

Il motore di ricerca più famoso del mondo non effettua efficaci controlli
sull’età degli utenti

TAIPEI (SOUTH KOREA). Google è accusato di esporre i più giovani a materiale osceno, senza attivarsi per controllare la effettiva età dei navigatori. Le autorità governative di Taipei, che hanno mosso questi addebiti, hanno cercato di contattare l’azienda per avere delle spiegazioni, ma invano. I portali di ricerca più importanti in Korea sono organizzati per verificare che gli utenti che accedono a materiali ‘a luci rosse’ sono almeno ventenni. Il motore di ricerca californiano, invece, non fa tutto ciò. In Corea del Sud a venti anni si matura la possibilità di emancipazione dai genitori. [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore