Pornografia in rete: questa sconosciuta

Banda LargaNetwork

I dati personali sono nell’occhio del ciclone: da un lato il governo statunitense li pretende dai motori di ricerca per combattere la pedopornografia, dall’altro Google ha deciso di difendere la privacy degli utenti.

I dati personali sono nell’occhio del ciclone: da un lato il governo statunitense li pretende dai motori di ricerca per combattere la pedopornografia, dall’altro Google ha deciso di difendere la privacy degli utenti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore