Posto di blocco all’Internet Point

AccessoriWorkspace

D’ora in avanti tutti gli Internet Point non solo dovranno ottenere una licenza dal questore, ma anche registrare l’anagrafica e il "percorso di navigazione" effettuato da ogni utente.

ROMA- Blindata ogni postazione pubblica per l’accesso alla Rete. D’ora in avanti tutti gli Internet Point non solo dovranno ottenere una licenza dal questore, ma anche registrare l’anagrafica e il “percorso di navigazione” effettuato da ogni utente. Lo ha stabilito il Decreto Legge del 16 agosto 2005 sulle “Misure di preventiva acquisizione dei dati anagrafici per i soggetti che utilizzano postazioni pubbliche non vigilate per comunicazioni telematiche”. Le nuove norme saranno applicate non solo agli esercizi commerciali ma anche alle associazioni culturali che mettono a disposizioni postazioni per l’accesso a Internet. Chiunque fornisca accesso al Web “deve identificare chi accede ai servizi telematici prima dell’accesso stesso”. Tutte le informazioni raccolte dovranno poi rimanere a disposizione dell’autorità giudiziaria fino al 31 dicembre del 2007. Il decreto fa parte del pacchetto di misure prese dal Governo e dal Parlamento contro il terrorismo. Il Grande Fratello si avvicina…

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore