Posto di… sblocco

AccessoriWorkspace

Lo sblocco del cellulare può rivelarsi un’attività remunerativa

MANTOVA – Lo sblocco del cellulare può rivelarsi un’attività remunerativa, ma è un reato. La Polizia Postale di Mantova ha infatti smantellato un’organizzazione che aveva messo in piedi un lucroso commercio basato sulla “forzatura” dei cellulari 3 di H3G per renderli utilizzabili con le schede SIM di altri operatori. Gli indagati, circa 30 persone, sono stati denunciati per i reati di accesso abusivo ai sistemi informatici e per detenzione e diffusione abusiva di codici per accedere a tali sistemi. Oltre a coloro che effettuavano la contraffazione stessa, sono stati denunciati anche i loro clienti sulla base della nuova legge sulla pirateria informatica e la tutela dei diritti d’autore. L’indagine ha preso l’avvio dalla querela presentata da H3G che aveva appunto segnalato quanto fosse diffusa la pratica della illecita rimozione del “lucchetto informatico” che impedisce l’utilizzo dei cellulari marcati “3” con SIM facenti capo ad altri gestori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore