Premiare le imprese più innovative

Aziende

Prime proposte concrete da parte di Confindustria per l’innovazione, tra le misure troviamo incentivi e detassazioni e finanziamenti da inserire nella manovra 2005

Rilanciare la competitività del Sistema Italia con ricerca e innovazione è la via prospettata da Confindustria per uscire dalla crisi . E proprio di recente sono arrivate le prime proposte concrete basate su incentivi fiscali alle aziende più innovative e su una maggiore presenza dello Stato per i finanziamenti. Confindustria in concomitanza con la “Giornata della Ricerca”, ha deciso di presentare al Governo una serie di proposte per alleggerire la parte produttiva del Paese. Fra le richieste segnaliamo: la concessione del credito di imposta del 10% per dieci anni sul totale delle spese in ricerca; la scelta di dieci programmi strategici finanziati dallo Stato con una percentuale dal 35% al 50%; l’eliminazione dell’Irap per i ricercatori, che il Governo sta per varare; l’annullamento dei contributi sociali per gli addetti alla ricerca nelle start-up per otto anni; maggiore collaborazione tra Università e imprese con credito di imposta al 50%. Il Centro Studi di Confindustria ha anche calcolato il peso che queste misure avrebbero sulla manovra complessiva della finananziaria 2005: 1,5 miliardi di euro, pari all’incrca allo 0,1% del Pil nazionale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore