Prende piede l’Efi: sostituirà il Bios

Management

Il vantaggio per gli utenti consiste nell’implementazione di più funzionalità e nella gestione attraverso un’interfaccia grafica amichevole

IL PRODUTTORE di schede madri MSI ha dichiarato di voler cominciare a sperimentare l’Extensible Firmware Interface (EFI) che dovrebbe costituire il successore del vecchio BIOS.

Il progetto dell’EFI è nato per supportare i cambiamenti delle generazioni di CPU Intel, garantendo la compatibilità dell’hardware della scheda madre per un intervallo di tempo molto maggiore di quanto non avvenga ora.

Apple è stata tra le prime aziende ad adottare l’EFI per i suoi Mac con CPU Intel, mentre la maggior parte degli altri produttori di hardware sono rimasti indietro, preferendo continuare con i sistemi tradizionali.

L’EFI, le cui specifiche in origine furono definite dalla stessa Intel, prevede uno strato intermedio tra il firmware della piattaforma e il sistema operativo, dotato di un’interfaccia utente evoluta che costituisce un notevole passo avanti rispetto ai vecchi BIOS.

Ora l’EFI è uno standard, gestito da un organismo indipendente denominato Unified EFI forum, quindi dovrebbe diffondersi sempre più rapidamente.

Il vantaggio dell’EFI per gli utenti è che vi si potranno implementare molte più funzionalità di quelle presenti attualmente nei BIOS, e saranno gestite attraverso un’interfaccia grafica amichevole.

Le prime implementazioni di MSI saranno ad ogni modo molto semplici, aggiungendo solo un pizzico di look al BIOS tradizionale, ma presto sarà possibile per esempio gestire in modo semplice le operazioni di overclocking, che diventeranno alla portata anche di utenti meno esperti.

Il vero problema che porrà un freno allo sviluppo dell’EFI è la decisione di Microsoft di non supportarlo nelle edizioni a 32 bit di Vista, che attualmente sono di gran lunga le più diffuse. Vista a 64 bit, invece, comincerà a supportarlo con l’introduzione del primo service pack.

Per ulteriori informazioni sullo sviluppo e le potenzialità dell’EFI potete usare i seguenti link:

Il sito Intel sull’EFI

La home page dell’Unified EFI

Microsoft Vista e l’EFI

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore