Presentati i risultati del quattordicesimo sondaggio UPS

Aziende

La quattordicesima edizione dell’UPS Europe Business Monitor ha riguardato 1.449 dirigenti di 15.000 aziende europee; le interviste sono state compiute tra il 15 settembre ed il 10 novembre 2004.

Tra i risultati emersi, quello più interessante riguarda il fatto che i manager europei sembrano essere tormentati dalle troppe e-mail. La posta elettronica è uno degli elementi di maggior irritazione tra i manager di tutta Europa. Quasi 6 manager europei su 10 (57%) si sentono frustrati dall’eccessivo numero di e-mail che ricevono durante il lavoro. A guidare la classifica degli scontenti sono gli inglesi (66%) seguiti da belgi (64%), tedeschi e olandesi (61%). Solo quarti gli italiani con il 54%. Nella classifica di quali tra le problematiche legate alla tecnologia trovino più fastidiose durante il lavoro, l’utilizzo dei telefoni cellulari si piazza solo al quinto posto (17%) dopo lo spamming (35%), il crash dei computer (27%) e la connessione ad Internet troppo lenta (23%). Tra i manager europei più tormentati dal cellulare che squilla incessantemente non potevano non esserci gli italiani (24% degli intervistati), seguiti da belgi, tedeschi e spagnoli (19% pari merito). Ma se troppe e-mail e telefonini che squillano sono considerati spesso una tortura al lavoro, che rapporto hanno i manager con le nuove tecnologie e come le utilizzano nel proprio lavoro? Dal sondaggio UPS emerge che il 36% dei manager italiani dichiara di affidarsi a prodotti IT per il proprio lavoro solo quando il loro utilizzo garantisce benefici concreti e affidabilità nel tempo. L’indagine evidenzia come i nostri manager si sentano più rassicurati dalla tecnologia che ha alle spalle un ragionevole periodo di sperimentazione e prova sul campo, che non dalle ultime novità proposte continuamente sul mercato. I manager italiani non si differenziano dai colleghi europei, che dimostrano anzi un atteggiamento più conservatore. Nella classifica dei più diffidenti, infatti, i manager italiani sono solo quinti dietro a olandesi (46%), belgi (45%), francesi (44%) e tedeschi (42%). Le nuove tecnologie, comunque, conquistano il 32% dei manager italiani intervistati, che sostengono di amare le ultime novità e di utilizzarle quanto più possibile nel proprio lavoro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore