Presidenza Obama: La scossa WiFi all’economia

MarketingMobilityNetworkWlan
Obama cede il controllo sui domini: verso una governance globale della Rete

Il Presidente USA Obama vuole la rete WiFi gratuita e “coast to coast”. Ma l’idea del servizio wireless gratuito è un’utopia insostenibile

Gli Stati Uniti giocano la carta dell’economia digitale. Mentre i Big IT, a partire da Apple, studiano il rientro in patria di alcune delle produzioni, dando l’addio all’era dell’offshore per ri-localizzare parte delle produzioni negli USA, il secondo mandato della Presidenza Obama scommette sul WiFi, per dare una scossa all’economia. Il Presidente USA Obama vorrebbe realizzare una rete WiFi gratuita e “coast to coast”. Lo riporta il Washington Post. Ma se il progetto della Fcc (Federal Communication Commission) non è una boutade elettorale, ma – al contrario – è un progetto serio ed ambizioso, in realtà non è ciò che sembra: il piano della FCC si limita a mettere all’asta i white space televisivi. Tuttavia Ars Technica osserva che il progetto, così come illustrato dal Washington Post, non regge: è insostenibile, dal punto di vista economico.

Mentre è sotto revisione l’assetto delle frequenze, l’Authority presieduta da Julius Genachowsky, fautrore della Net Neutrality, scommette su una super rete WiFi in grado di superare palazzi e colline (ostacoli naturali ed artificiali), per coprire l’intero Paese con una rete WiFi gratuita che copra tutte le aree metropolitane. “Troppo bello per essere vero” gridano da Ars Technica.

La rete Super WiFi, con un investimento pubblico multimiliardario, potrebbe portare il WiFi gratis anche a chi oggi è in Digital divide: o perché non è raggiunto dalle offerte dei network o perché – causa crisi – non può permettersi un abbonamento alla Rete. La rete Super WiFi potrebbe rappresentare il compromesso di “rete universale” anche a chi oggi è escluso: diventerebbe un mega progetto di e-inclusion, per chi si accontenta di una connettività basic, senza le caratteristiche della banda ultra larga.

È un progetto neo-keynesiano, ma fortemente innovativo: che avrebbe effetti sul turismo 2.0, sulle tecnologie delle auto che si guidano da sé (senza fare incidenti, se le automobili comunicano fra loro via wireless), sulla sanità digitale. Fortemente contrari al progetto di FCC sono gli operatori telefonici statunitensi (AT&T, T-Mobile e Verizon), che temono che il super WiFi gratyuito possa cannibalizzare la loro reddività: quanti cittadini potrebbero disdire un abbonamento Adsl casalingo, se avessero accesso a un WiFi gratuito in casa? Ma il mito delle autostrade digitali, che forgiò la Presidenza Clinton, potrebbe arricchirsi di un nuovo capitolo: senza fili. Alla conquista del West (digitale).

UPDATE: Ma Jon Brodkin su Ars Technica dubita che si voglia ipotecare il mercato dei cellulari e dei provider di servizi Internet, con un sistema gratuito. L’Utopia del WiFi gratis è semplicemente insostenibile. La proposta di FCC ruota intorno ai White Spaces, e non il WiFi gratuito.

La Federal Communications Commission (FCC) ha introdotto (Pdf) le nuove regole per l’adozione dei cosiddetti “white space” (gli “spiazi bianchi” delle frequenze Tv) per consentire ai dispositivi wireless di operare nello spettro compreso fra le stazioni Tv broadcast. Fcc prepara il SuperWiFi sfruttando lo spettro inutilizzato fra le frequenze Tv per diffondere la banda larga senza fili. Finora le emittenti Tv aveva espresso il timore di vedere il proprio segnale disturbato o non ricevibile a causa della “natura di frequenze intermedie” fra frequenze già assegnate dei white spaces. Il “Super Wi-Fi” arriva sul mercato con frequenza di banda fra i 470 e i 698 MHz (com’è noto l’attività Wi-Fi avviene fra le frequenze 2.4GHz o 5GHz): a maggiore velocità, con caratteristiche di propagazione e penetrazione tali da coprire ampie aree. La tecnologia dovrebbe mitigare il rischio di “crisi dello spettro” nell’era del boom dei device WiFi. Una cosa ben diversa dalla “bufala” del WiFi gratis per tutti.

Per te il WiFi non ha segreti? Misurati con un QUIZ!

Negli USA Obama lancia il WiFi gratis e coast to coast @ shutterstock
Negli USA Obama lancia il WiFi gratis e coast to coast
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore