Lo spam cambia pelle

CyberwarMarketingSicurezza
Le linee guida del Garante privacy contro lo Spam

Si sta chiudendo il 2010 ed è tempo di fare qualche previsione per il 2011 in tema di spam e phishing. Lo spam è notevolmente calato negli ultimi mesi a causa di numerose azioni legali

Symantec ha rilasciato la previsioni per lo spam nel 2011. Symantec si aspetta una continuazione dei tre maggiori trend del 2010 anche nel 2011: proseguirà l’utilizzo di temi di attualità; l’impiego dei social network; gli attacchi diventeranno più mirati.
Altra tendenza per il 2011 consiste nella diminuzione del volume dello spam: lo spam è notevolmente calato negli ultimi mesi a causa di numerose azioni legali.

Symantec si aspetta che il volume torni ad aumentare con una velocità inferiore rispetto a quando venne bloccato McColo. Gli utenti sono più consapevoli delle minacce online rispetto a due anni fa e le autorità competenti stanno prendendo maggiori provvedimenti per bloccare gli spammer.

Crescerà invece lo spam malware: gli spammer hanno perso gran parte delle macchine che erano riusciti ad infettare per colpa del recente shutdown. Per poter recuperare ciò che hanno perduto e ricostruire il proprio esercito di macchine compromesse, gli spammer lanceranno un maggior numero di messaggi contenenti attacchi malware.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore