PRIME IMPRESSIONI: Sony α NEX-5 e NEX-3

AccessoriWorkspace

Sony a NEX-5 e NEX-3 sono reflex per la qualità, ma compatte per il formato tascabile, hanno le ottiche intercambiabili, ma non lo specchio come le SLR. Si possono scattare anche panoramiche in 3D e Nex-5 permette di riprende i video in FUll HD

Abbiamo avuto la possibilità di mettere le mani sulle nuove fotocamere digitali Sony α NEX-5 e NEX-3, con ottiche intercambiabili, ma senza specchio reflex. A prima vista sembrano delle normali compatte, ma basta usarle per pochi minuti per capirne le potenzialità. I due modelli non sono piccolissimi, non stanno nel taschino della camicia, ma in una tasca normale invece sì e l’ingombro non proprio ‘mini’ offre il vantaggio di un grip, di una presa sull’impugnatura più che buono, comunque. L’equilibrio che manca portando la reflex all’occhio si riguadagna per il buon bilanciamento tra obiettivo e corpo macchina. Quest’ultimo ha uno spessore di appena 25 mm (per la NEX-3), NEX-5 è di 1 mm più sottile e offre il vantaggio di un corpo macchina in lega di magnesio (il peso è sempre sotto i 3 etti inclusa la batteria). Le macchine per il resto sono praticamente identiche fatto salvo che NEX-5 permette anche la registrazione dei filmati in full HD (1.080 punti interlacciati). Sony a NEX-5 e NEX-3 non sono ‘propriamente’ reflex, solo perché manca lo specchio che riflette la luce che entra dall’obiettivo direzionandola verso un’uscita ottica che funge da mirino. In realtà l’immagine catturata dall’obiettivo viene direttamente veicolata sul display posteriore che serve anche per il controllo di tutte le funzioni della fotocamera.

Sony Alpha Nex, il mirino si può orientare ma non ruotare. In evidenza la ghiera con il pulsante centrale
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore