Privacy, Facebook patteggia negli Usa

Autorità e normativeMarketingSicurezzaSorveglianza
Facebook

L’authority americana Federal Trade Commission (Ftc) e Facebook trattano. Obiettivo: patteggiare in merito alle violazioni privacy. I termini dell’accordo

La privacy è sempre stato uno dei “punti deboli” di Facebook. Ora che il social network hasuperato gli 800 milioni di utenti e si avvia verso l’Ipo, e cioè una storica quotazione a Wall Street (probabilmente nel 2012), cerca di chiudere i vecchi contenziosi. L’authority americana Federal Trade Commission (Ftc) e Facebook sono in trattative per un patteggiamento in merito alle violazioni privacy fino al 2009.

All’epoca a puntare il dito contro il social network guidato dal Ceo Mark Zuckerberg era Electronic Privacy Information Center (EPIC), che accusava Facebook di aver rivelato profili di utenti senza il loro consenso.

Il Settlement dovrebbe permettere i seguenti passaggi: invece dell'”opt out”, Facebook dovrà introdurre il meccanismo di Opt in (per condividere informazioni personali, contenuti eccetera). Infine l’accordo sottoporrebbe Facebook ad audizioni independenti sulla privacy per 20 anni.

Mark Zuckerberg, Ceo Facebook
Mark Zuckerberg, Ceo Facebook
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore