Privacy, Facebook risolve la falla che rivelava telefono e indirizzo a sconosciuti

Autorità e normativeMarketingSicurezzaSocial mediaSorveglianza

Tutto era successo quando Facebook aveva introdotto l’aggiunta alla richiesta di permesso nel download di un’applicazione di terze parti. Hanno concesso dati privati, senza accorgersi di una novità nel download delle applicazioni

Dopo la denuncia sulle finestre di dialogo che appaiono quando cercate di aggiungere un’applicazione di terze parti a Facebook in grado di dare il vostro indirizzo e il numero di telefono, Facebook è corsa ai ripari. L’ultima falla rivelava dati personali, come telefono e indirizzo, a sconosciuti, attraverso un’applicazione di terze parti.

Tutto era successo quando Facebook aveva introdotto l’aggiunta alla richiesta di permesso nel download di un’applicazione di terze parti. Al momento di scaricare l’app, oltre all’accesso a nome, avatar, lista degli amici e via di seguito, Facebook aveva permesso di accedere anche all’indirizzo di casa e al numero di cellulare.

Numerosi utenti non si erano resi conti di questa novità e avevano dato il proprio assenso, senza accorgersi che concedevano non solo dati digitali legati alla virtual life sul social network, me perfino dati della propria vita “reale”.

Scrive Gizmodo.it: “Non sappiamo per quale ragione dovreste tenere il vostro indirizzo e il numero di telefono sul profilo di Facebook, ma se questa novità ha dato fastidio a voi quanto a noi, cambiate il numero di telefono“.

La Privacy è la Cenerentola di Internet?
La Privacy è la Cenerentola di Internet?
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore