Privacy, Google Analytics è illegale in Germania

Autorità e normativeSorveglianza

Il servizio di monitoraggio di dati statistici, utili a Webmaster e siti Internet, tratta dati sensibili e abitudini dei cyber-navigatori. Multe fino a 50mila euro alle aziende che utilizzano Google Analytics in Germania

L’autunno caldo di Google non si esaurisce con le querelle con Rupert Murdoch , con l’ Antitrust italiano (Google News), con gli editori (Google Books): adesso esplode il caso di Google Analytics nel mirino della Germania per motivi di Privacy.

Il servizio di monitoraggio di dati statistici, utili a Webmaster e siti Internet, tratta dati sensibili e abitudini dei cyber-navigatori. Google Analytics consente di conoscere e tenere monitorati dati quali numero, provenienza, genere e comportamenti dei visitatori online. Dati sensibili che necessiterebbero di un esplicito consenso da parte dei diretti interessati.

Secondo lo Zeit Online, Google Analytics, utilizzato dal 13% dei domini tedeschi .de (pari a 1,8 milioni di siti tedeschi) sarebbe illegale in Germania: a usarlo sono anche siti di organizzazioni politiche, giornali e Big Pharma. Le aziende che utilizzano Google Analytics in Germania rischierebbero, dunque,sanzioni fino a 50mila euro.

Oltre al pericolo di incrociare i dati (con altri provenienti dal vasto ecosistema Google e all’Ip degli utenti), vi è un secondo rischio, connesso all’ubicazione dei server di Google negli Usa, fuori dal suolo tedesco: ciò contrasta con le normative di Berlino in materia di Privacy.

Insomma, nubi fosche anche su Google Analytics nella Vecchia Europa. Già Google Street View è inciampato diverse volte nelle normative di tutela della privacy europee e non solo, ora tocca a Google Analytics.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore