Privacy, Google vuole uno standard globale

Autorità e normativeSorveglianza

Il motore di ricerca studia come proteggere i dati

A Strasburgo a un meeting dell’Unesco su etica e diritti umani è in scaletta un discorso di Peter Fleischer, esperto di global privacy di Google. In questa occasione Google proporrà uno standard globale per la privacy. Il motore di ricerca studia come proteggere i dati. L’APEC nations ha adottato un framework sulla privacy, rifiutato però dalla Cina.Google vorrebbe poter lavorare insieme a tutti, collaborando con governi e settore privato. Molti osservatori vedono in questo improvviso interessamento di Google sulla privacy, un estremo tentativo per far digerire l’accordo da 3,1 miliardi di dollari per acquisire DoubleClick. L’Electronic Privacy Information Center considera il framework sulla privacy dell’Apec come un’intesa debole e di basso profilo. Ma Google nega a CNet che il nuovo attivismo della BigG sulla privacy abbia a che fare con la questione DoubleClick.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore