Privacy, il governo Usa fa causa a Sony Bmg

Autorità e normativeSorveglianza

Il gruppo ha violato la tutela della privacy dei bambini: aveva registrato minori di 13 anni su Sony Music, senza il consenso dei genitori

Dopo la caporetto del Drm col rootkit nei Cd, di qualche anno fa, Sony Bmg finisce in una nuova tempesta giudiziaria. Il governo statunitense porta in tribunale

Sony Bmg, perché registrava minori di 13 ann i sui suoi siti Web destinati alla musica, senza il consenso sulla privacy dei genitori.

Dopo il Drm con malware, Sony scivola sulla tutela della privacy dei bambini nel servizio Sony Music. La causa è stata depositata nel Tribunale distrettuale di Manhattan.

La causa civile prevede una sanzione economica non ancora specificata: ma il fiasco del rootkit nei Cd costò a Sony 750mila dollari, pari a un rimborso di 175 dollari a ogni consumatore per riparazione del Pc (per disinstallare i programmi rootki pericolosi).

Questa volta, secondo Reuters, Sony Bmg sarebbe pronta a sborsare una sanzione da 1 milione di dollari per mettere in moto un processo di controllo conforme alle regole della Commissione federale per il commercio e per assumere un funzionario che monitori la questione.

Sony Bmg sta per diventare Sony Music Entertainment. Sony è sotto pressione a causa dei 16mila tagli in programma.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore