Privacy, Microsoft batte Google sulla conservazione dei dati

Autorità e normativeSorveglianza

Il motore di ricerca di Microsoft riduce di tre mesi il periodo di Data retention, venendo incontro alle richieste Ue

Sul data retention dei motori di ricerca, Microsoft batte Google. Il motore di ricerca di Microsof t svuota gli archivi: riduce di tre mesi il periodo di archiviazione dei dati sui server log, venendo incontro alle richieste Ue e dell’Article 29 Working Party. I dati in esame sono gli indirizzi Ip.

Google, infatti, ha adottato un data retention di nove mesi, dimezzando rispetto ai 18 mesi precedenti. Invece Microsoft abbasa questo periodo di tre mesi, arrivando a sei mesi. Un passo avanti nella tutela delle abitudini di navigazione nel web dei propri clienti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore