Privacy su Internet multa di 1500 euro al sito di prenotazioni turistiche

Marketing

La sanzione del Garante è arrivata dopo una segnalazione della polizia postale.

Prenotazioni turistiche on line sotto la lente del Garante. Il sito web che non informa sulluso che farà dei dati personali degli utenti si espone a sanzioni. Su segnalazione della polizia postale il Garante ha avviato accertamenti su un sito web, che si sono conclusi con lapplicazione al gestore di una sanzione pecuniaria. Prenotazioni on line di alberghi, ristoranti e visite guidate della città erano raccolte dal sito senza fornire ai turisti, che si avvalevano di questi servizi, le informazioni riguardanti la tutela dei dati personali previste dalla legge sulla privacy. Ai turisti, come reso noto nella newsletter del Garante, veniva chiesto di compilare un modulo on line, indicando nome, cognome, indirizzo, e-mail, nel quale non erano specificati nè i motivi della raccolta dei dati personali, nè luso che se ne sarebbe stato fatto, nè il responsabile del trattamento. Veniva omessa, inoltre, ogni indicazione relativa alle tutele (diritto di accesso, rettifica, cancellazione etc.) riconosciute dalla legge a chi rilascia dati personali. Lautorità ha precisato, che anche la sola raccolta di dati, a prescindere dal loro eventuale utilizzo comporta un trattamento di dati e che, pertanto, prima di procedere è necessario informare accuratamente lutente. Dopo la notifica del provvedimento del Garante il gestore ha provveduto al pagamento della sanzione pecuniaria di oltre 1500 euro e ad inserire una informativa nel sito. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore