Pro e contro di iPad mini

Dispositivi mobiliMarketingMobilityWorkspace
Le misure di iPad Mini

VIDEO iPad Mini – iPad mini riempie un vuoto nell’ecosistema Apple e potrebbe rivelarsi strategico nella competizione con Samsung e Amazon. C’è una diagonale display adeguata per ogni utilizzo

Le previsioni sul mercato tablet in generale sono improntate all’ottimismo e fondate su buone basi ma, all’interno del segmento, nessuno sa poi realmente dire come verranno digeriti i tablet intorno ai sette pollici in rapporto a quelli da 10 pollici e agli smartphone. Come evolva il mercato da qui a qualche anno, in rapporto alla diagonale del display è un interrogativo senza risposta. Non ce l’ha in tasca nessuno, nemmeno Apple che propone il suo iPad mini. Lo stesso Steve Jobs è stato a lungo contrario a un progetto come quello di iPad mini, e ora che iPad mini c’è, gli analisti dicono che l’erosione del mini, rispetto all’intera quota iPad sarà di circa il 20 percento, ma bisogna contare poi quanti iPad complessivi il mini faccia vendere in più, e non sono pochi.

Samsung con il suo Note ha già esplorato il segmento, e ora propone il Note 2, ma siamo su una diagonale ancora diversa. Chiaro segno che ci vorranno ancora mesi e mesi di evoluzione e che siamo di fronte a una situazione in divenire. Il discorso sulle diagonali non è peregrino. Già la differenza tra i 7 pollici e i 7,9 proposti da Apple appassiona gli addetti ai lavori. Cupertino sostiene che sia proprio 7,9 la diagonale ideale per la navigazione Web, lo abbiamo provato sul campo e ci siamo.

Intanto: iPad mini arriva con due mancate eccellenze hardware, che però sono strategiche proprio per il mercato cui iPad mini è destinato: manca Retina display e il processore non è quello di ultima generazione (A5 e non A6). Questi due fattori hanno permesso di contenere i prezzi e (il primo) di riutilizzare senza problemi tutto il proprio catalogo app. Non solo, se si tiene conto che la risoluzione è comunque identica a quella di iPad 2 (era appena un anno e mezzo fa) – ma su una diagonale minore – si capisce che il danno ‘alla vista’ non è affatto grave. È un’argomentazione, quella di Apple, valida solo a metà (e cioè per il contenimento dei costi e le app) perché su iPhone (diagonale minore di iPad mini) si è passati già a una risoluzione Retina. Fatte salve le mancate eccellenze – e crediamo che non avranno vita poi così lunga – iPad mini fa ripensare daccapo a come organizzare la propria dotazione per lavorare e divertirsi.

È questa la vera forza del mini tablet di Apple. Nella versione anche a 32 Gbyte sfruttando bene iCloud e iTunes Match– magari con il modulo mobile broadband integrato – insieme a smartphone e a notebook chiude il cerchio, secondo noi, della dotazione ideale.

iPad di quarta generazione per peso e dimensioni non è il device di eccellenza in mobilità (lo hanno già rivelato le analisi di mercato che i tablet con diagonale da 10 pollici comunque sono maggiormente utilizzati quando si è stanziali, anche se il trasporto  è molto più agevole rispetto a quello di un notebook o di un ultrabook), iPad mini invece sta nella tasca della giacca, si tiene egregiamente con una mano sola, anzi, proprio tra le dita di una mano sola per non occupare nemmeno un pochino l’area display e poi permette comunque di fare le stesse cose, fatte salve le operazioni di scrittura prolungata in cui con iPad si lavora certo già meglio. Soprattutto, iPad mini rende piacevole la lettura anche dei libri: le braccia non si affaticano, iPad mini non va estratto, imbarazza anche molto meno tenerlo sempre in mano. Insomma è un vero “manabile”. Chi lo sceglie lo userà certo senza rinunciare al notebook e lavorando molto più comodamente da seduto su una scrivania con il proprio notebook (anche e forse soprattutto non touch). E per questo il lavoratore si troverà molto meglio a fare cose diverse, con strumenti diversi.

Perché pensiamo che per Apple il primo iPad mini sia di passaggio? Perchè iPad mini può davvero dare fastidio a Amazon Kindle Fire  ed è strategico in questo senso, in quanto Amazon è maestra nella proposizione di contenuti in cloud. Allo stesso tempo Amazon Kindle Fire ha ceduto il passo abbastanza in fretta ad Amazon Kindle Fire HD. Con la risoluzione di Retina, iPad mini diventerebbe irresistibile anche guardando i film.

Per non annoiarvi sintetizziamo qui al volo i nostri pro e contro, e rimandiamo i più curiosi per le singole specifiche hardware direttamente al vendor. Ricordiamo però anche che a fine novembre, con l’arrivo delle versioni con mobile broadband, si aggiungerà l’ulteriore imbarazzo della scelta tra il risparmio (e una Sim in meno da gestire e pagare, sfruttando in qualche modo il tethering di altri device) e un iPad mini completo e pronto per ogni evenienza.

Le misure di iPad Mini
Le misure di iPad Mini

iPad mini Pro

1. Fotocamera e videocamera, pur senza flash sono i medesimi in dotazione su iPad. Bene. La qualità è buona.

2. L’autonomia della batteria è soddisfacente per le tipiche 8/10 ore di utilizzo misto.

3. Ci sono tutte le app che si desirano, le stesse che avete a disposizione sull’iPad.

4. Il device è robusto (qualità dei materiali più che buona – metallo e pochissima plastica), compatto, maneggevole e – soprattutto – davvero leggero (300 gr contro gli oltre 600 di iPad). Pronto per essere tenuto in mano per ore senza accusare stanchezza.

5. iPad Mini non costa poco, ma costa comunque meno di iPad. In Europa è il Lussemburgo il Paese in cui costa meno (312 euro) e all’interno dell’UE ci sono comunque differenze di prezzo. Il Paese in cui è più caro è la Polonia (21 euro in più che in Italia, dove costa 329 euro nel modello base). Certo le differenze di prezzo con gli Usa e il Canada sono davvero sensibili. Laggiù costa rispettivamente 254 e 256 euro. In Ungheria iPad mini è carissimo: costa oltre 100 euro in più che in America (fonte Idealo).

iPad mini Contro

1. La Cpu A5 è sufficiente, buona. Che sogno sarebbe stato però un iPad mini con A6. Si è preferito preservare l’autonomia senza correre troppi rischi con una dissipazione del calore adeguata.

2. L’utilizzo della tastiera è compromesso per la stesura di testi lunghi. Un’ottima tastiera esterna Wifi è tra gli accessori, ma non prendiamoci in giro: vi portereste nello zaino per le occorrenze un accessorio più grande del device?

3. Il display con risoluzione 1024×768 non soffre, ma non stupisce. Con Retina iPad mini stupirebbe sia leggendo i caratteri minuscoli di una pagina di un quotidiano sul Web, sia guardando un film.

Per saperne di più guarda i nostri video:

  1. iPad mini Cover e Configurazione
  2. iPad mini i Connettori
  3. iPad mini

 

– Quanto conosci Apple? Rispondi al nostro QUIZ 

– Sei aggiornato sul mondo dei tablet? Rispondi al nostro QUIZ

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore